Totus tuus - Martirologio romano

Martirologio romano

16 Gennaio

A Roma, sulla via Salaria, il natale di san Marcello primo, Papa e Martire, il quale, avendo confessato la fede cattolica, per ordine del tiranno Massenzio, fu prima percosso con bastoni, poi destinato al servizio delle bestie sotto buona custodia, dove morì, servendo, vestito di cilizio.

Al Marocco, in Africa, la passione dei santi cinque Protomartiri dell'Ordine dei Minori, cioè Berardo, Pietro e Ottone sacerdoti, Accursio ed Adiuto laici, ai quali, per la predicazione della fede cristiana e per la riprovazione della legge maomettana, dopo vari tormenti e ludibri, fu tagliata la testa con la spada dal Re dei Saraceni.

A Rinocolura, nell'Egitto, san Mela Vescovo, il quale, sotto Valente, avendo sofferto l'esilio ed altri gravi tormenti per la fede cattolica, si riposò in pace.

Ad Arles, in Francia, sant'Onorato, Vescovo e Confessore, la cui vita fu illustre per dottrina e miracoli.

Ad Oderzo, nel Veneto, san Tiziano, Vescovo e Confessore.

A Fondi, nel Lazio, sant'Onorato Abate, di cui fa memoria il beato Gregorio Papa.

Nel villaggio di Mazerolles, presso il fiume Authie, in Francia, san Furseo Confessore, il cui corpo fu poi trasportato nel monastero di Perona.

A Roma santa Priscilla, la quale dedicò tutta se stessa e le sue sostanze nel pio servizio dei Martiri.


Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.205.209.213



Verifica umana
Quanto fa dieci meno nove?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder