CENTENARIO DI FATIMA

In questo mese di maggio 2017 si celebrano i cento anni delle apparizioni di Maria Santissima a Fatima, un avvenimento giustamente definito "il più importante del secolo XX".

Per onorare questa ricorrenza, totustuus.it è lieta di offrire ai suoi utenti registrati il volumetto:

Antonio Borelli Machado

 Fatima: messaggio di tragedia o di speranza?

  Cortesia di: www.lucisullest.it 

scaricabile gratuitamente da: http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=71

 

Fatima, l'avvenimento più importante del secolo XX

Nella prima parte del secolo XX, cioè fino al 1914, la società umana presentava un aspetto brillante. Vi era un indiscutibile progresso in tutti i campi. La vita economica aveva raggiunto una prosperità senza precedenti. La vita sociale era facile e attraente. L'umanità sembrava avanzare verso l'età dell'oro.

Tuttavia alcuni sintomi gravi non erano intonati ai colori ridenti di questo quadro. Vi erano miserie materiali e morali. Ma pochi misuravano in tutta la loro portata la importanza di questi fatti. La grande maggioranza si aspettava che la scienza e il progresso risolvessero tutti i problemi.

La prima guerra mondiale venne a opporre una terribile smentita a queste prospettive. Le difficoltà si aggravarono incessantemente in tutti i sensi finché, nel 1939, sopravvenne la seconda guerra mondiale. E così arriviamo alla situazione attuale, in cui si può dire che non vi è sulla terra una sola nazione che non sia alle prese, in quasi tutti i campi, con crisi gravissime.

In altri termini, se analizziamo la vita interna di ogni nazione, notiamo in essa uno stato di agitazione, di disordine, di scatenamento di appetiti e di ambizioni, di sovvertimento di valori, che, se non è ancora anarchia aperta, in ogni caso avanza in questa direzione.

Nessun uomo di Stato contemporaneo ha ancora saputo presentare una soluzione che sbarri il passo a questo processo patologico di portata universale.

L'elemento essenziale dei messaggi della Madonna e dell'Angelo del Portogallo a Fatima, nell'anno 1917, consiste proprio nell'aprire gli occhi degli uomini sulla gravità di questa situazione, nell'insegnare loro la sua spiegazione alla luce dei piani della divina Provvidenza, e nell'indicare i mezzi necessari per evitare la catastrofe.

La Madre di Dio ci insegna la storia della nostra epoca e, ancora di più, il suo futuro. L'Impero Romano d'Occidente si chiuse con un cataclisma illuminato e analizzato dal genio di quel grande Dottore che fu sant'Agostino. Il tramonto del Medioevo fu previsto da un grande profeta, san Vincenzo Ferrer. La Rivoluzione francese, che segna la fine dell'Evo Moderno, fu prevista da un altro grande profeta nello stesso tempo grande Dottore, san Luigi Maria Grignion di Montfort.

L'Evo Contemporaneo, che sembra sul punto di chiudersi con una nuova crisi, ha un privilegio maggiore. A parlare agli uomini è venuta la Madonna. Sant'Agostino non poté fare altro che spiegare ai posteri le cause della tragedia di cui era spettatore. San Vincenzo Ferrer e san Luigi Maria Grignion di Montfort cercarono invano di allontanare la tempesta: gli uomini non li vollero ascoltare.

La Madonna, nello stesso tempo, spiega i motivi della crisi e indica il suo rimedio, profetizzando la catastrofe nel caso che gli uomini non la ascoltino.

Da tutti i punti di vista, per la natura del contenuto e per la dignità di chi le ha fatte, le rivelazioni di Fatima superano, quindi, tutto quanto la Provvidenza ha detto agli uomini nella imminenza delle grandi burrasche della storia.


***

Per tutti questi motivi si può affermare categoricamente, e senza nessun timore di essere contraddetti, che le apparizioni della Madonna e dell'Angelo della Pace a Fatima costituiscono l'avvenimento più importante e più entusiasmante del secolo XX.

Argomento: Madonna

  San Giovanni Eudes

LA VITA ED IL REGNO DI GESÙ NELLE ANIME CRISTIANE

 scaricabile gratuitamente da: http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=6

 

PRESENTAZIONE: "Me infelice se non evangelizzo, se non converto".


Nato in Normandia nel 1601 viene ordinato sacerdote nel Collegio dei gesuiti di Caen. Egli è il primo apostolo del culto liturgico ai Sacri Cuori di Gesú e di Maria. Nel 1641 fonda due Congregazioni religiose, una maschile e una femminile, dedicate ai Sacri Cuori. Fondò poi rifugi per togliere le ragazze dalla strada e una Congregazione di Religiose per assisterle, l'ordine di «Nostra Signora della Carità del Rifugio».  Scrive numerose opere, fra cui la più conosciuta e la più considerevole è «Il cuore ammirabile della Madre di Dio». Morì nel 1680.

 

Questo "padre, dottore e apostolo del culto liturgico dei SS. Cuori", come viene chiamato nel decreto di beatificazione (1909), nacque il 14-11- 1601 a Ri, nella diocesi di Sées (Normandia), primogenito dei sette figli di Isacco, coltivatore e chirurgo. Fin dall'infanzia Giovanni si segnalò per il temperamento focoso, ma anche per una rara pietà alla quale dava libero sfogo davanti al tabernacolo e ad un'antica immagine di Maria SS. A nove anni uno dei suoi compagni, in un diverbio, gli diede uno schiaffo. Invece di reagire, il nostro santo si pose in ginocchio e, porgendo l'altra guancia, disse all'insolente: "Se vuoi, percuotimi anche su questa". Fatta la prima comunione (1613), sollecitò il permesso di cibarsi del pane celeste ogni mese.

Dopo che ebbe appreso i primi elementi della grammatica da un sacerdote dei dintorni di Ri, Giovanni fu mandato a Caen, nel collegio che i gesuiti avevano aperto da poco, dove fu sempre tra i primi della classe, e meritò per la grande pietà dai compagni l'appellativo di "il devoto Eudes". Egli fece parte della Congregazione Mariana e a quattordici anni emise il voto di perpetua castità. Considerandosi fidanzato della SS. Vergine passò un anello nel dito di una statua di lei.

Al termine della filosofia il suo direttore spirituale lo assicurò che era chiamato al sacerdozio anche se suo padre gli aveva già cercato la sposa. Ricevuta la tonsura, studiò la teologia e l'apologetica all'università di Caen. Poi, sentendo nascere in sé il desiderio della perfezione religiosa, il confessore lo esortò a entrare nella Società dell'Oratorio di Gesù fondato nel 1611 dal P. de Bérulle per la restaurazione dello stato sacerdotale in Francia. Giovanni Eudes fu ricevuto nel noviziato di Parigi (1623) durante il quale ebbe come maestri due geni: lo stesso P. de Bérulle (+1629) e il suo successore, Carlo de Condren (+1641) che, secondo Madama di Chantal, era un uomo capace di istruire gli angeli.

Ordinato sacerdote (20-12-1625), dopo un periodo di preghiera e studio nel ritiro di Nostra Signora delle Virtù di Aubervilliers, ottenne di recarsi a piedi al paese natale devastato dalla pestilenza, per curare i malati, confortare i morenti e seppellire i morti. Egli percorse prima le campagne di Caen, poi si trasferì ad Argentan dove l'epidemia scomparve appena gli abitanti, dietro l'esortazione del santo, si furono messi sotto la protezione di Maria SS. Giovanni Eudes fu allora destinato alla casa che l'oratorio aveva aperto a Caen, in cui trascorse circa quattro anni nello studio della Morale, nel ministero della predicazione, del catechismo e delle confessioni. Quando la peste riapparve per la seconda volta proprio a Caen (1631) quasi tutti, clero compreso, fuggirono. Il P. Eudes restò e, per non contaminare i confratelli, prese alloggio in una botte che la badessa benedettina della SS. Trinità aveva fatto collocare in un prato sulla riva del fiume Orne. Il morbo diminuì dopo che il santo aveva fatto innalzare statue della Madonna su tutte le porte della città. Quando rientrò all'Oratorio si ammalò gravemente, ma guarì perché la sua missione non era ancora terminata.

Le fatiche apostoliche per il P. Eudes cominciarono propriamente nel 1632 con le missioni popolari nella diocesi di Coutances. Nel 1629 il P. De Condren, succeduto al cardinal de Bérulle, lo nominò capo di tutte le missioni che sarebbero state affidate all'Oratorio in Normandia. I frutti che egli raccolse con i suoi trenta scelti operai furono molto abbondanti. Alla sua parola ardente e penetrante sovente l'uditorio prorompeva in lacrime, i penitenti assiepavano i confessionali, i nemici si riconciliavano, chi possedeva quadri osceni o libri cattivi li bruciava pubblicamente in espiazione dei propri scandali.

Una delle grandi pene che provava il P. Eudes era quella di costatare come i felici risultati ottenuti nelle missioni non fossero duraturi per la mancanza di sacerdoti istruiti e morigerati. Deliberò allora di adoperarsi per fondare e dirigere seminari già ordinati dal Concilio di Trento. Dato che l'Oratorio era stato fondato per promuovere la riforma del clero, propose ai superiori maggiori di aggiungere alle funzioni già fissate gli esercizi particolari per gli ordinandi, facendone egli stesso l'esperimento con un seminario nella casa di Caen, di cui era superiore dal 1640. Con suo grande stupore il permesso gli fu rifiutato. Gli Oratoriani, dimentichi dello scopo essenziale e primordiale della loro istituzione, preferivano continuare a consacrarsi all'educazione della gioventù laica.

La sua idea di fondare una nuova Società per la formazione del clero e il rinnovamento del popolo con le missioni, fu approvata da parecchi vescovi e dalla mistica normanna Maria des Vallées con cui il santo era in relazione. Lo stesso cardinale Richelieu, primo ministro di Luigi XIII, informato del gran bene che egli operava tra il clero con le sue conferenze, lo fece chiamare a Parigi per incoraggiarlo e autorizzarlo a dare inizio alla sua opera. Per la nascita della Congregazione di Gesù e Maria a Caen, il P. Eudes scelse la data del 25-3-1643, fedele discepolo del cardinal de Bérulle nel fare della persona del Verbo Incarnato il centro di tutta la vita spirituale.

Fin dal principio egli fu sostenuto validamente dal suo vescovo di Bayeux, Mons. d'Angennes, e coadiuvato da alcuni zelanti sacerdoti che si posero alla sua scuola senza emettere voti di religione. Secondo l'intenzione del fondatore essi dovevano trovare nel loro sacerdozio la ragion d'essere della propria santificazione. Per realizzare la vita di Cristo in loro e nei fedeli, egli propose a tutti la devozione ai Sacri Cuori di Gesù e Maria, e affidò ad essi il compito di propagarla nelle missioni.

Egli stesso con l'approvazione di numerosi vescovi ne compose la Messa e l'Ufficio che in breve si propagarono in tutta la Francia con grande livore dei giansenisti. La festa del Sacro Cuore di Maria fu da lui introdotta nel 1648, quella del Sacro Cuore di Gesù nel 1672, un anno prima delle apparizioni e delle rivelazioni a S. Margherita M. Alacoque. Il P. Eudes scrisse moltissimo con praticità e unzione in difesa di questa devozione, sulla Madonna, sul sacerdozio, sulla vita cristiana incentrata sempre sul Verbo Incarnato.

A Caen, dove tutto era perfettamente regolato, accorsero molti sacerdoti a fare gli esercizi spirituali, pensionanti, studenti di teologia, laici desiderosi di conoscere la propria vocazione. Di mano in mano che i membri crescevano, il P. Eudes moltiplicava le Case di prova per informare gli aspiranti alla sua spiritualità e prepararli alle missioni popolari. Sovente si udiva esclamare: "Me infelice se non evangelizzo, se non converto". Dotato delle più belle qualità di oratore sacro, non si stancò mai di predicare. La gente accorreva ad ascoltarlo fino da dieci leghe di distanza e con qualunque tempo. Mentre il santo predicava tanti non facevano che piangere. Nelle domeniche e nelle feste non era raro vedere riunite attorno a lui sulle piazze o in aperta campagna fino a dieci, quindici mila persone. A Valognes nel 1643 se ne contarono quarantamila e, cosa meravigliosa, fu da tutti udito distintamente. Le sue missioni duravano almeno sei settimane e ottenevano ovunque frutti meravigliosi. Per confessarsi tante persone facevano la fila per tré, quattro giorni. Perfetto organizzatore, nessuna categoria sociale veniva da lui trascurata, compresi i bambini della prima comunione.

Nelle missioni il P. Eudes aveva avuto la gioia di condurre sul retto sentiero parecchie famose Roccatrici. Da principio le affidò a buone famiglie di Caen, poi per esse istituì l'Ordine di Nostra Signora della Carità del Rifugio ( 1641), i cui membri s'impegnavano con un quarto voto a consacrarsi all'educazione delle prostitute pentite. Da esso sbocciò, nel 1835, per opera di S. Maria Eufrasia Pelletier, l'Istituto di Nostra Signora di Carità del Buon Pastore per la preservazione e la rieducazione delle giovani.

Nello svolgimento del suo apostolato non mancò al P. Eudes il sigillo della cancelleria del cielo: la croce. A intervalli furono suscitate grandi tempeste contro di lui dai suoi nemici i quali lo tacciarono di ingannatore, di ribelle ai superiori, di spergiuro e perfino di sacrilego. Alla morte di Mons. D'Angennes gli furono tolti tutti i poteri e il suo successore Mons. Mole poco mancò che gli facesse chiudere il seminario che aveva fondato. I giansenisti e i gallicani riuscirono a metterlo momentaneamente in cattiva luce davanti al re Luigi XIV, e tentarono di arrestare la fondazione del suo seminario di Rouen e d'impedire a Roma l'approvazione del suo Istituto con libelli diffamatori perché sapevano di avere in lui un irriducibile avversario. Ai suoi sacerdoti raccomandava infatti: "Essi devono stare lontani da noi come l'inferno è lontano dal cielo, come il fuoco dall'acqua".

Le pene morali, continue e lancinanti, gli scossero la salute. Per oltre vent'anni soffrì di grande freddo alla schiena. Negli ultimi anni patì spaventosi dolori per le febbri e le emorroidi, la ritenzione di urina e un'ernia. Morì il 19-8-1680. Pio X lo beatificò l'11-4-1909 e Pio XI lo canonizzò il 31-5-1925. Le sue reliquie sono venerate a Caen nel monastero di N. S. della Carità.
___________________
Sac. Guido Pettinati SSP,
I Santi canonizzati del giorno, vol. 8, Udine: ed. Segno, 1991, pp. 199-203.
http://www.edizionisegno.it/


Per chi vuole aiutare totustuus.it

Vi ricordiamo che il servizio offerto da totustuus.it è completamente gratuito, ma ha un costo.
Chi desidera aiutare clicchi qui: http://www.totustuus.it/comeaiutarci.htm

Argomento: Aggiornamenti

 Trattato sull'eccellenza delle virtù
(clicca qui per scaricare)

 

L'autore, il Venerabile Fra' Luis de Granada O.P. nacque a Granada nel 1504 (morì a Lisbona nel 1588). Domenicano, fu scrittore e predicatore, scrisse in castigliano e portoghese.

Tra le sue opere: Il Libro dell'orazione e meditazione (primo esempio di "orazione mentale", praticabile anche dai laici), TRATTATO SULL'ECCELLENZA DELLA VIRTU' (che oggi doniamo nell'edizione del 1909), Introduzione al simbolo della fede che a una lettura moderna appare come una vera e propria enciclopedia della religione cristiana e cattolica alla luce del misticismo spagnolo.
Luis usò una prosa esemplare per nitidezza e chiarezza, divenendo anche per questo uno scrittore lettissimo al suo tempo.

Luis fu molto noto a ammirato. Lo ammirò Teresa da Avila, Carlo Borromeo, e persino papa Gregorio XIII. I suoi confratelli, al suo funerale, dovettero difendere la salma dalla folla in cerca di reliquie.

Fu priore di conventi domenicani, direttore spirituale di principi, ma rifiutò la carica di primate di Portogallo e la cattedra universitaria che gli venne offerta.

Argomento: Aggiornamenti

Gentile amico,
come ha potuto vedere, da qualche mese abbiamo ripreso le attività e la distribuzione di libri gratuiti. Dal 2009 non si chiedeva più il sostegno dei nostri lettori: lo facciamo oggi, rimandando alla pagina apposita: http://www.totustuus.it/comeaiutarci.htm

 

Il nuovo E-Book scaricabile gratuitamente

Da oggi è scaricabile gratuitamente il libro

Memorie di Suor Lucia
(clicca qui per scaricare)

La 8a edizione del primo volume delle Memorie di Suor Lucia in lingua italiana è stata arricchita: alle prime quattro Memorie, scritte per ordine del Vescovo di Leiria, Mons. José Alves Correia da Silva, e alle Appendici I e II, relative alle apparizioni in Pontevedra e Tuy – per compiere la promessa del 13 luglio 1917: «... verrò a chiedere la Consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato e la Comunione Riparatrice nei primi sabati», viene aggiunto ora il testo dell’importante documento intitolato «Il Messaggio di Fatima», con la terza parte del «segreto», che Giovanni Paolo Il aveva affidato alla Congregazione per la Dottrina della Fede con l’incarico di renderlo pubblico dopo aver elaborato un adeguato commento.
Con la pubblicazione della terza parte del «segreto» che i Pastorelli hanno ricevuto dalla Madonna il 13 luglio 1917 (vedere Appendice III), è così contenuto in questo primo volume tutto il Messaggio di Fatima. Queste prime quattro «Memorie», oltre che le apparizioni dell’Angelo e della Madonna, descrivono anche come i Pastorelli hanno risposto alle richieste della Madonna, e indicano a noi tutti, ed in modo speciale ai bambini, un cammino sicuro per raggiungere la santità.

Altri E-Book ritrovati

Sono inoltre state recuperate sette opere del Padre Perrone S.I. che, benché scritte nel secolo scorso, danno un’utile visione del protestantesimo: Catechismo sul protestantesimo per il popolo - I valdesi - Il protestantesimo svelato -  L'idea cristiana di Chiesa avverata nel cattolicesimo - L'idea di Chiesa distrutta dal protestantesimo - Studi teologici sul protestantesimo (I e II volume).
(Clicca qui per scaricare)

Argomento: Madonna

 Gandolfini: "il 12 novembre a Roma e il 26 novembre saremo in piazza a Verona dove esporremo il nostro punto di vista entrando non solo nel merito del No, ma anche nel merito di come noi vogliamo sostenere e difendere l’antropologia umana e la famiglia".

«Renzi? Aspetto ancora l'invito per la sfida»

di Andrea Zambrano

 

Il leader del Family Day Massimo Gandolfini si appresta a vivere l’ultimo mese che ci separa dal Referendum del 4 dicembre con la consapevolezza di aver sfruttato tutte le occasioni che gli sono state date per far comprendere all’elettore la necessità di votare No. Così ad un mese dal voto in questa intervista alla Nuova BQ annuncia gli ultimi due eventi che saranno il riassunto del lavoro svolto in questi mesi dai Comitati delle famiglie per il No: un convegno pubblico e un evento di piazza.

Gandolfini, che Italia ha trovato in questi mesi?

Ho fatto più di cento incontri in giro per lo stivale e devo dire di aver trovato le categorie di persone più disparate: alcune molto informate e già orientate nei confronti del No, altre tendenzialmente molto critiche su vari aspetti della riforma e altri ancora dalle idee confuse basate il più delle volte sugli slogan che hanno ascoltato in tv da parte di Renzi e da parte dei politici. 

L’approccio con quelli più confusi com’è stato? 

Sono un rispettoso cittadino della Repubblica e mi attengo alle direttive. Il presidente Renzi ha detto di entrare nel merito per valutare il merito, così io parto affrontando il merito. 

Ad esempio?

Illustrando alcuni articoli della Riforma, sunteggiandoli e dando loro alcune linee guida per leggerli perché anche dal punto di vista semantico è una riforma scritta in maniera terribilmente confusa e criptica. 

Qual è il punto più critico?

Quello che fa strabuzzare gli occhi alla gente è scoprire che si può argomentare in maniera contraria la favoletta del risparmio. La gente rimane esterrefatta quando capisce che cosa significhi risparmiare “4 lire” rispetto ai costi che effettivamente oggi ci sono e che il funzionamento dello Stato richiede; un altro punto è quello della formazione del Senato: ad esempio il fatto che ci sia un Senato irrilevante e non eletto direttamente dal popolo, ma di nominati dai Consigli Regionali e un Senato che garantisce ai consiglieri regionali l’immunità parlamentare; un altro punto sensibile è la Riforma del titolo V. Il fatto che i temi della legislazione che sta in capo al Governo e allo Stato si facciano passare da un’unica Camera fa comprendere come si tratti di una riforma marcatamente centralista, autoritaria e pericolosa per la democrazia.

Lei è diventato noto per il suo impegno al Family Day, che cosa c’entra il suo nuovo impegno contro la Riforma Costituzionale?

E’ tutto estremamente collegato: il link fra il Family Day e i Comitati delle famiglie per il No è nato dalla constatazione che il Governo e la classe politica tendono  a ignorare la voce delle persone normali anche quando queste, con enormi sacrifici, si radunano in rappresentanza di milioni di altre persone che sono a casa, chiedendo di rispettare la Costituzione in ordine alla famiglia come società naturale. Allora abbiamo detto: ma se persino con una Costituzione così garantista sta accadendo quel che abbiamo visto con i simil-matrimoni che cosa accadrà con la Riforma costituzione che dà ancora più poteri all’esecutivo governante?

Il problema non sono i maggiori poteri, quanto semmai il loro bilanciamento…

Esatto, il problema sono i poteri fuori controllo. Poteri che si possono utilizzare in termini anti democratici. E’ da qui che è nata l’idea.

Molti pensano che la sua sia stata una ripicca con quel "Renzi ci ricorderemo…."

Ho studiato approfonditamente la cosa, sono stato aiutato da numerosi costituzionalisti per comprendere le ricadute sulla vita dei cittadini e calando la riforma nella vita della gente, certe insinuazioni sono ridicole. Qui siamo di fronte ad un esecutivo che potrà dettare legge al Parlamento anche stabilendone i tempi di votazione e annullando di fatto il dibattito.

Renzi non l’ha mai incontrata?

Mai. Aveva detto che avrebbe sfidato mister Family Day parrocchia per parrocchia. Sto ancora aspettando…tra l’altro sarebbe un confronto interessante dato che lui si definisce cattolico. Mi piacerebbe chiedergli come è possibile coniugare i suoi valori con la politica contro l’antropologia anti vita e anti famiglia che sta portando avanti. 

Renzi non è tenero con nessuno di quelli che osteggiano la riforma.

Noto. Dice che chi è contro è attaccato col sedere alla poltrona, ma io sono la prova che questo non è vero: non faccio questa battaglia con una tessera di partito in mano.

Quali sono le iniziative a un mese dal voto che farete come Comitato di Famiglie per il No?

Avremo un convegno importante il 12 novembre a Roma assieme al Movimento Cristiano Lavoratori e il 26 novembre invece saremo in piazza a Verona dove esporremo il nostro punto di vista entrando non solo nel merito del No, ma anche nel merito di come noi vogliamo sostenere e difendere l’antropologia umana e la famiglia. L’obiettivo è far capire agli italiani che la posta in gioco è altissima, va al di là della Riforma Costituzionale.

Che appoggi ha ricevuto dai cattolici e dalle gerarchie?

Purtroppo mi dispiace constatare che ho trovato troppo silenzio in alcuni casi, un silenzio che confina con l’indifferenza. Mi sarei aspettato non certo un appoggio al Sì o al No, secondo la norma 43 della Centesimus Annus, ma ciò che ho notato è l’assenza di una voce forte a difesa della famiglia.

da: http://www.lanuovabq.it/it/articoli-renzi-aspettoancora-linvitoper-la-sfida-17898.htm

 eBook gratis: Vita di San Luigi M. G. de Montfort

Prima di presentare il libro, due parole sul crescente attacco alla famiglia da parte del Governo.
Una nuova minaccia si profila all'orizzonte: la cosiddetta legge sul bullismo, di prossima discussione al Senato.
Nascosta in questa legge, si cela un nuovo tentativo di impedire ogni critica all'ideologia omosessualista.
Invitiamo tutti a far girare questa breve analisi.

Il nuovo eBook

 L'eBook Vita di San Luigi Maria Grignon di Montfort

che da ora è scaricabile gratuitamente, vuole contribuire a far crescere il nostro spirito missionario e diffondere la Vera Devozione a Maria.

Questa celebre biografia di San Luigi-Maria de Montfort ha visto la luce nella circostanza della solenne canonizzazione del grande missionario (28-4-1947), codificatore e apostolo della Vera Devozione alla Madonna.

(Andare sulla homepage, cliccare l'etichetta "Formazione", quindi "Libri scaricabili gratuitamente" sezione "Vite di Santi").

_____

Presentazione con parole di Papa Pacelli

La Croce di Gesù, la Madre di Gesù: sono i due poli della sua vita personale e del suo apostolato. Per questo, la sua breve esistenza fu piena; il suo apostolato, esercitato in Vandea, nel Poitou, in Bretagna, per dodici anni appena, si perpetua, già da più di due secoli e si estende su numerose regioni. Ciò perché la sapienza, quella Sapienza al cui servizio egli si era consacrato, "ha fatto fruttificare le sue fatiche", ha coronato i suoi lavori che la morte aveva, solo apparentemente, interrotti: "Complevit labores illius" (Sap 10,10). L'opera è tutta di Dio, ma porta anche l'impronta di colui che ne fu il fedele cooperatore; è giusto riconoscerlo.

Argomento: Aggiornamenti

Da ricordare innanzi tutto la profonda prolusione del Card. Ratzinger al Senato della Repubblica italiana: "La multiculturalità, che viene continuamente e con passione incoraggiata e favorita, è talvolta soprattutto abbandono e rinnegamento di ciò che è proprio, fuga dalle cose proprie".

 

Islam, l’arcivescovo: siamo sotto attacco, occorre reagire uniti

Monsignor Negri e il sondaggio di Noto: i musulmani accettino leggi e valori: «Accoglienza non è integrazione»

 
da: Il Resto del Carlino: 18 luglio 2016
 
 
 
 

Ferrara, 18 luglio 2016 – «L’equivoco secondo cui basta accogliere per integrare ha mostrato la sua totale inconsistenza». Dal suo buen retiro di Celle Ligure, Luigi Negri, arcivescovo di Ferrara e Comacchio, non cede al politicamente corretto.

Dal sondaggio realizzato da Ipr Marketing risulta che il 54 per cento degli italiani ritiene i musulmani poco o nulla propensi a integrarsi: concorda?

«Un conto è accogliere, un altro è integrare. L’integrazione ha bisogno di reciprocità: si integra chi vuole essere integrato. E poi serve un’intesa di fondo su leggi e valori. Non avremo mica paura a dire che la società è retta da leggi! La mia diocesi è assalita e si lascia assalire perché è un popolo ospitale, ma l’ospitalità fatta in questo modo non creerà alcuna vicinanza. Poi ci stupiamo se chi non è integrato, perché non è aiutato o non si è lasciato integrare, commette i crimini orribili cui stiamo assistendo».

Lo stesso sondaggio rivela che, dopo gli ultimi attacchi terroristici, il 70 per cento dei giovani è preoccupato del futuro.

«Un dato che mi colpisce ma non vedo tracce consistenti di una preoccupazione che tocchi il fondo della questione: se riguarda la necessità di cambiare il nostro stile di vita, si tratta di una preoccupazione che vale in ogni tempo di crisi. Qui la questione è più radicale e cioè che siamo di fronte a un attacco frontale alle radici della nostra esistenza».

Quali i punti da chiarire per una vera integrazione con l’Islam?

«Formulata in termini ragionevolmente minimalisti, al centro ci sia almeno una concezione condivisa del valore della persona, della sua libertà e della sua dignità! Ci sono regole di fondo alle quali sottostare, altrimenti non ci si incontra. Senza questo, è inutile far scrivere con i gessetti colorati ai bambini di Bruxelles che ‘noi siamo forti e vinceremo’».

Secondo lei siamo di fronte a un conflitto di civiltà?

«Non sono in grado di dirlo. Io da vescovo ho la responsabilità di far rinascere il senso della fede perché essa accompagna a vivere la vita in modo dignitoso anche in circostanze terribili. Il punto è che abbiamo ammazzato Dio nel cuore degli uomini».

Non mi sembra manchi il senso religioso: questi terroristi agiscono invocando Allah!

«Ma questa professione di fede potenzia intelligenza, cuore e sensibilità dell’uomo? Rispetta la posizione altrui? Una religione che limita la libertà degli altri io non la chiamo neanche religione. Una ideologia che pone come missione la distruzione dell’altro non ha la dignità di essere considerata una forma di cultura».

Si tratta di schegge impazzite?

«Non ho la competenza ma di fronte a queste migliaia di morti, in uno stillicidio di attentati che va avanti da anni, dico solo: reagiamo uniti».

Non crede sia un errore minimizzare la componente islamica o islamista degli attentatori?

«Mi diceva un amico gesuita: ostinarsi a trattare il cancro come fosse un raffreddore rende responsabili della malattia. Serve il coraggio di dire le cose col loro nome».

Crede anche lei, come il rabbino Laras, che l’Occidente sia ‘fiaccato e inavvezzo a considerare il ricorso alla forza legittima’?

«Laras è uomo di grande cultura e formula ciò che io ho detto tante volte: l’Occidente ha più paura della religione cristiana e dell’ebraismo, che lanciano ponti, che dell’Isis».

Cosa fare, dunque?

«Faccio totalmente mia la ludicissima lettura di Laras che ho letto sul Qn: siamo circondati da mediocrità a tutti i livelli, non ci sono più leader che rappresentino le istanze profonde dell’uomo e della società. Siamo sotto un attacco radicale al quale bisognerebbe rispondere con una ripresa di coscienza della propria identità umana, prima che cristiana. Non vedo questo. E il profluvio di cose inutili dette da molte delle presunte autorità in questi giorni lasciano il tempo che trovano».

Cristiano Bendin

Argomento: Islam

Gianpaolo Barra: Restiamo in trincea

 

"Caro Barra,
ho letto nel Timone di novembre la lettera del signor Giuseppe V. e la sua risposta. Sono un abbonato da diversi anni e, credo, come la maggioranza dei lettori del Timone sono confuso e sbalordito (altrimenti saremmo abbonati a qualche Famiglia Cristiana).
La mia impressione è che l'imperatore non gradisce la nostra presenza nella trincea, che non ci sono più nemici, anzi che i nemici siamo noi.
E' gradita una sua risposta, anche in privato.
Sia lodato Gesù Cristo!
Igor Boban
" / e-mail

 

Caro Boban,
Le rispondo pubblicamente perchè lei solleva una questione veramente delicata che interessa i lettori del Timone.
Una premessa doverosa, che lei saprà comprendere: non si dà dell'imperatore al Santo Padre, perchè il Papa - chiunque egli sia - è il Vicario di Cristo, successore di Cristo e capo visibile della Chiesa. Così ci insegna la dottrina cattolica, proprio quella dottrina che - lo dico con dolore - non sembra essere apprezzata, purtroppo, nemmeno ai vertici più alti della nostra Santa Chiesa.

Ciò detto, la sua impressione è anche la mia.
Per quanto mi riguarda, parlo di "impressione", non di certezza. Dunque potrei sbagliarmi.

Ma a me pare sia palesemente in atto un'opera di autodemolizione della Chiesa della quale aveva già dato preoccupato avvertimento papa Paolo VI, un aspetto della quale è l'aver fatto sparire la dimensione miliante e virile dell'aspotolato cattolico.

I nostri pastori non ci mettono più in guardia dai nemici della Chiesa, che sono scomparsi dall'orizzonte della predicazione.
Così facendo, però, non solo tentano al disarmo anche quei pochi che sperimentano tutti i giorni la dimensione battagliera del cristianesimo (ridotto ormai, tra i più, a un melenso buonismo che fa rivoltare nella tomba milioni di martiri che per Cristo hanno versato il sangue), ma ci privano anche della possibilità di elevare al vertice più alto - dopo quello dovuto a Dio - il comandamento dell'amore.
Infatti, una volta seppellita la guerra tra la Donna e il serpente di gensiaca memoria (ahimè perduta), spariti dall'orizzonte i nemici di Dio, della Chiesa e della Verità, posto che il problema più grande è la sovrapproduzione di anidride carbonica e non l'allontanamento, il tradimento e financo la perdita totale della fede cattolica - la sola che salva - come si può mettere in pratica il comando di "amare il nemico"? Chi e dove sarebbe costui?

No, caro Boban, io dalla trincea non mi sposto.
Almeno fino a quando non arrivi un ordine esplicito e l'invito alla desistenza si trasformi da impressione a certezza.
Ma allora, il problema non sarà mio, ma di colui - o di coloro - che avranno dato l'ordine.
Gianpaolo Barra

Argomento: In primo piano

Il 14 gennaio 2011, il Santo Padre Benedetto XVI ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare il Decreto riguardante un miracolo, attribuito all'intercessione del Venerabile Servo di Dio Giuseppe Toniolo, Laico, Padre di famiglia; nato a Treviso il 7 marzo 1845 e morto a Pisa il 7 ottobre 1918.
 

Naturalmente, in vista della beatificazione, i tentativi di manipolazione della figura e dell'insegnamento del prof. Toniolo hanno ripreso vigore, soprattutto da parte dei c.d. "cattolici adulti" (sull'argomento cfr. Mons. Crepaldi: http://tinyurl.com/crepaldiallac ).
 

Per contrastare tali tentativi totustuus.it offre ai propri lettori la possibilità di conoscere il futuro beato attraverso i suoi scritti originali: troverete quanto è già online in fondo alla presente comunicazione.
 

Vi segnaliamo inoltre che nei prossimi 3 mesi i siti http://www.paginecattoliche.it e http://www.totustuus.me pubblicheranno altri 30 saggi dell'economista cattolico.
 

Infine, per ringraziare la Madonna di Lourdes (11 febbraio 2011) di aver donato all'Italia un così grande militante cattolico, diffondiamo da oggi ai nostri utenti registrati un importante volume del futuro Beato:
 

L'indispensabile ruolo del cattolicesimo verso lo Stato e la società
(Tit. orig. "Problemi ed insegnamenti sociali dell'età costantiniana")

 

Presentazione: Nell'impero bizantino che precipita a ruina, in cui fu per la prima volta promulgata, colla maestà della legge romana, la «libertà della Chiesa», questa parola echeggerà ancora sulle labbra di Osio di Cordova, di Atanasio, di Crisostomo, per trasmetterla in occidente ad altri santi padri, vescovi e pontefici i quali, alla lor volta, la ripeteranno, in più vasti orizzonti e con più solenni e duraturi successi, ad altri tempi e popoli per rammentare alle remote generazioni che l'annunzio dato da Colui che divinamente pronunziò veritas liberabit vos rimarrà perennemente pegno di immortalità non solo per la Chiesa, ma per l'incivilimento cristiano nel mondo.


Al solito, bisogna cliccare su "Libri scaricabili gratis" nella barra di navigazione in alto della Home Page e trovare la categoria "Il Ven. prof. Toniolo" http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=54.

Vi ricordiamo che occorre essere registrati:
http://www.totustuus.net/modules.php?name=Your_Account
altrimenti i "Libri scaricabili gratis" sono inaccessibili. La registrazione è ovviamente gratuita.

Se non vi siete ancora mai registrati cliccate invece qui:
http://www.totustuus.net/modules.php?name=Your_Account&op=new_user

 

iGpM
totustuus.it

Argomento: Aggiornamenti

Totustuus.it si unisce alla gioia della Chiesa per l'annuncio della beatificazione di Papa Giovanni Paolo II.

A fronte delle crescenti mistificazioni della sua figura e Pontificato, desidera ricordarlo con uno studio predisposto in occasione della sua morte:

1978-2005: aspetti meno noti nei XXVII anni di Pontificato di Giovanni Paolo II

leggibile qui: http://www.totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=435

iGpM
totustuus.it

Argomento: Aggiornamenti
NativitàIl 10 dicembre la Santa Chiesa festeggia la Madonna di Loreto, Patrona d'Italia. Per chiedere alla Santa Vergine di rinnovare la sua protezione alla nostra Patria, totustuus.it offre ai suoi utenti registrati un classico della spiritualità cattolica:

P. Carlo de Condren d.O., I misteri di Cristo


Presentazione: L'avvento di Nostro Signore Gesù Cristo, che la Chiesa ci propone in questo tempo, ci impone diversi doveri.
Oltre che a prepararci con gran cura alla venuta di Gesù Cristo in noi per il santo Natale, ci obbliga a rendere i nostri omaggi e le nostre divozioni al mistero dell'Incarnazione, e ad onorare la vita del Figlio di Dio nella sua umanità, le disposizioni della sua anima santissima e quelle dello stato in cui la Vergine santissima entra in questo tempo.
Durante l'Avvento dobbiamo rivolgere a questo argomento i nostri pensieri e le nostre adorazioni, se vogliamo essere partecipi della grazia e dei frutti di questo mistero.
Perché Dio, ogni volta che nella sua Chiesa ci presenta i suoi misteri, intende rinnovare in lei la grazia e gli stati di quei medesimi misteri, e non mancherà di mandare ad effetto il suo disegno se le anime nostre si presteranno docilmente alla sua azione. (Padre Charles de Condren d.O.)


1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina

2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"

3) Cercate e cliccate la categoria "Spiritualità - Berulle":
http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=35
.

 


 

Gli ultimi 10 libri scaricabili gratuitamente:
1. P. C. de Condren: I misteri di Cristo (spiritualità)
2. Donoso Cortés: Saggio sul cattolicesimo, il liberalismo e il socialismo (dottrina sociale)
3. Blanlo: L'infanzia spirituale (spiritualità)
4. G. von Le Fort: Il lino della Veronica (romanzo)
5.
Gustave Thibon: il pane di ogni giorno (meditazioni)
6. Can. Beaudenom: Esercizi per la pratica dell'umiltà (ascetica)
7. S. Tommaso d Aquino: Il male (teologia)
8. S. Antonino Pierozzi O.P.: Opera a ben vivere (ascetica)
9. P. Augustin Barruel: Storia del clero al tempo della Rivoluzione francese (storia)
10. Origini e cause della secolarizzazione (storia)


in Gesù, per Maria
Totustuus.it

Argomento: Aggiornamenti
L'8 dicembre è la Solennità dell'Immacolata Concezione della Madonna. Per onorare la Vergine Maria, totustuus.it offre ai suoi utenti registrati la prima traduzione italiana di un romanzo del grande apologista Robert H. Benson 

Oddfish!
(Perdinci!)

Presentazione: “La domanda” disse il Papa “non è solo se questo giovane gentiluomo sia in grado di sentire tutto e di non dire niente, di preservare la sua virtù, di maneggiare scrigni chiusi senza neppure desiderare di guardarci dentro a meno che non siano affari suoi, di vivere nel mondo senza essere del mondo – ma se vorrà fare tutto ciò senza essere pagato – salvo che per le spese vive”. “Posso avere mille servi a pagamento” continuò Innocenzo XI “che valgono esattamente le loro paghe; ma, dato che il denaro non può comprare la virtù o la discrezione o il coraggio, a simili servi non posso chiedere quelle cose. E posso avere mille servi sciocchi che non sono in grado di guadagnarsi paghe da nessuna parte a causa della loro stoltezza, e questi non avranno mai la discrezione e raramente hanno virtù o coraggio. Ma quel che desidero è avere servi che siano per me come figli saggi – che hanno tutte queste cose, e le usano per amore – per amore della Santa Chiesa e di Cristo e di Sua Madre, e che si accontentano dei compensi che Costoro danno”
(Prima traduzione italiana dal testo presente nel Progetto Gutenberg. Si chiede un'Ave Maria per la traduttrice)


1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina

 

2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"

3) Cercate e cliccate la categoria "Opere di Robert H. Benson":
http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=35
.

 


 

Gli ultimi 10 libri scaricabili gratuitamente:
1. Donoso Cortés: Saggio sul cattolicesimo, il liberalismo e il socialismo
2. Blanlo: L'infanzia spirituale (spiritualità)
3. G. von Le Fort: Il lino della Veronica (romanzo)
4.
Gustave Thibon: il pane di ogni giorno (meditazioni)
5. Can. Beaudenom: Esercizi per la pratica dell'umiltà (ascetica)
6. S. Tommaso d Aquino: Il male (teologia)
7. S. Antonino Pierozzi O.P.: Opera a ben vivere (ascetica)
8. P. Augustin Barruel: Storia del clero al tempo della Rivoluzione francese (storia)
9. Origini e cause della secolarizzazione (storia)
10. Dom Columba Marmion Osb: Cristo nei suoi misteri (meditazioni)


 

 

in Gesù, per Maria
Totustuus.it

Argomento: Aggiornamenti
Il 7 ottobre la Santa Chiesa festeggia la Beata Vergine del Rosario e dedica a questa pia pratica tutti i trenta giorni. Il mese di ottobre, inoltre, si apre con la festa di Santa Teresa di Lisieux detta "del Bambin Gesù". Per questo importante mese, totustuus.it è lieta di donare ai suoi utenti registrati un'opera di spiritualità del Padre Giovanni Blanlo di San Sulpizio:


L'infanzia spirituale. Con meditazioni e pratiche per onorare il bambino Gesù


Presentazione: Un giorno, dissi a Santa Teresa di Gesù Bambino che stavo per spiegare la sua piccola via d\''amore a tutti i miei parenti ed amici, facendo loro recitare il suo Atto di Offerta perché andassero diritti in cielo. "Oh! – mi rispose – Se è così, state molto attenta, perché la nostra piccola via, spiegata male o capita male, potrebbe essere scambiata per quietismo o illuminismo". Queste parole, a me sconosciute, mi stupirono e gliene chiedevo il significato.
Al solito, bisogna cliccare su "Libri scaricabili gratis" nella colonna di
sinistra della Home Page e trovare la categoria "
Spiritualità": http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=2
Vi ricordiamo che occorre essere registrati:
http://www.totustuus.it/modules.php?name=Your_Account
altrimenti la riga "Libri scaricabili gratis" è invisibile.
  
Se non vi siete ancora mai registrati cliccate invece qui:
http://www.totustuus.it/modules.php?name=Your_Account&op=new_user

iGpM
TT.net


Segnalazione
Entro il 15 ottobre, sul sito http://www.totustuus.me verrà via via perfezionato l\''elenco delle opere scaricabili gratuitamente in rete dei seguenti autori
1) Juan Donoso Cortés
Saggio sul cattolicesimo, il liberalismo e il socialismo in idioma italiano inglese e francese
Opere complete, Due volumi, in lingua spagnola
2) Ludovico Von Haller
- Della costituzione delle Cortes di Spagna (1822)
3) Luigi de Bonald
- Opere complete, in francese Oeuvres (ed. 1817), 15 volumi
4) Giuseppe de Maistre
- in francese: Considérations sur la France
- in francese Oeuvres complètes (1884) in tredici volumi
5) Giacomo Benigno Bossuet
- Opere (scelte), Venezia 1715 in sette volumi
6) Giovanni Botero
- La vita e le opere di Giovanni Botero con la Quinta parte delle Relazioni universali e altri documenti inediti (1894), 3 volumi.
- Della ragione di stato, libri dieci. Con tre libri delle cause della grandezza delle città.
Argomento: Aggiornamenti

Il prossimo 15 settembre si festeggia la B. Vergine Maria Addolorata. Per cercare di consolare la Madonna Santa, totustuus.it offre ai suoi utenti registrati un romanzo sulla Passione di Gertrude von Le Fort 

 

Il lino della Veronica


 

Presentazione: La baronessa Gertrud von Le Fort e oggi una delle maggiori e più note scrittrici cattoliche non solo di Germania, ma d'Europa; e forse, in Germania, la più significativa. Nel 1925 si convertì alla fede cattolica, dal protestantesimo; (i suoi antenati erano ugonotti esuli dalla Francia), ed è in quel periodo che ha inizio la sua attività letteraria con un volume di versi: Inni alla Chiesa. Segue una serie di opere narrative: Il Lino di Veronica, Il Papa del Ghetto, L'ultima sul patibolo, Il Regno del fanciullo. Ma una delle prime opere della Le Fort, quella che ci dà la misura piena della sua personalità e del suo valore, e soprattutto della ricchezza e serietà della sua vita spirituale, è un libro sulla compassionevole Veronica, una donna che si prodiga e rischia per asciugare il viso coperto di sangue del Salvatore.


1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina

 

2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"

3) Cercate e cliccate la categoria "Romanzi": http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=8.


Argomento: Aggiornamenti

Il prossimo 12 settembre è la Festa del Ss.mo Nome di Maria. Per ricordare l'origine di questa festa e onorare l'onomastico della Santa Vergine, totustuus.it è lieta di offrire ai suoi visitatori un testo del filosofo contadino Gustave Thibon:


Il pane di ogni giorno
(aforismi per una rinascita dell'Occidente)


Presentazione: Aforismi per una rinascita dell'Occidente. Quell’uomo ha sempre paura di compromettersi, di andare oltre, trema al minimo eccesso, non ha altra preoccupazione che di conservare in ogni cosa il «giusto mezzo». Realizza forse in questo modo l’equilibrio? Affatto: fa piuttosto dell’equilibrismo. L’uomo equilibrato abbraccia ed armonizza in sé le tendenze opposte (la volontà e la passione, la prudenza e l’audacia, la lucidità e l’entusiasmo); si mostra simile ad una montagna il cui equilibrio richiede la presenza di due versanti. Tale ampiezza alla base gli permette appunto, a guisa della montagna le cui vette si perdono, audaci, nel cielo, di impegnarsi a fondo, di non tener conto dei mezzi termini e delle precauzioni; può spingersi molto lontano e molto in alto senza correr pericolo per la sua stabilità intima, è abbastanza forte e ricco per permettersi di essere esagerato in modo sano. L’equilibrista invece è avulso dalla vita, e la sua abilità consiste nel manovrare con saggezza per resistere in mezzo al turbine delle forze avverse da cui è colpito e che non può dominare.

 



1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina

 
2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"

 
3) Cercate e cliccate la categoria "Apologetica":
http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=41.

 


in Gesù, per Maria
Totustuus.it


Argomento: Aggiornamenti
Il prossimo 8 settembre la Chiesa festeggia la Natività della B. V. Maria. Per favorire l'imitazione di una virtù della Madonna Santa, totustuus.it è lieta di offrire ai suoi visitatori un'opera ascetica:


Esercizi per la pratica dell'umiltà


Presentazione: L'umiltà! Tutta la tradizione cristiana è unanime nell’esaltarla, tutte le anime pie ne sono affamate; Gesù l'ha elevata all'altezza della redenzione associandola al dolore. Dove essa manca, manca la virtù. Ma questa prodigalità di elogi porta luce? Questa ammirazione generale forma la piena convinzione? Oh! quanto vaga resta nelle idee e nelle coscienze! Quanta insufficienza quasi dappertutto!  


* * *

1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina


2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"


 3) Cercate e cliccate la categoria "Spiritualità - Esercizi": http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=13.


Vi ricordiamo che occorre essere registrati: http://www.totustuus.cc/modules.php?name=Your_Account altrimenti la riga "Libri scaricabili gratis" e' invisibile.


Se non vi siete ancora mai registrati cliccate invece qui:
http://www.totustuus.cc/modules.php?name=Your_Account&op=new_user  


in Gesù, per Maria
Totustuus.it
Argomento: Aggiornamenti
Il prossimo 22 agosto la Chiesa festeggia Maria Regina.Totustuus.it è lieta di offrire ai suoi visitatori un'opera del Dottore della Chiesa San Tommaso d'Aquino:

Il male
(De Malo)

 

Sommario. Il male. I peccati. La causa del peccato. Il peccato originale. La pena del peccato originale. La scelta umana. Il peccato veniale. I vizi capitali. La vanagloria. L'invidia. L'accidia. L'ira. L'avarizia. La gola. La lussuria. I demoni.

 

 


 

 

1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina

2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"

3) Cercate e cliccate la categoria "Scritti di santi domenicani": http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=21.


in Gesù, per Maria
Totustuus.it


Argomento: Aggiornamenti
La carità di Sant'Antonino, Arcivescovo di Firenze (opera di Giovanni Martino Spanzotti)Il 15 agosto la Chiesa festeggia la Solennità di Maria Assunta in Cielo in corpo e anima. Per questa grande festa Totustuus.it offre ai suoi utenti registrati l'opera ascetica di un santo domenicano, Sant'Antonino Pierozzi, Arcivescovo di Firenze:

 


Opera a ben vivere

 

Presentazione. Non è una novità quel movimento di laici che, rimanendo nel secolo, tendono alla pratica della perfezione cristiana, oggi dalla Chiesa solennemente approvato e maternamente incoraggiato: ebbene Antonino è sulla medesima linea quando impiega magari le ore della notte a scrivere per la direzione spirituale della gentildonna fiorentina. Nell'«Opera a ben vivere» la carità e l'obbedienza sostituiscono la Regola e le mura del convento: una carità consolidata nel santo timor di Dio, che, se è necessario, sa anche introdursi in ambiente mondano, trattenervisi con decoro, uscirne con profitto spirituale; un'obbedienza che è frutto di forte dominio di se stesso e vincolo sacro impegnato da solenne promessa, che però lascia libertà alla intelligente discrezione di una coscienza bene educata. La pietà si accende nella meditazione amorosa del Crocifisso, segue lo spirito e le formule della liturgia sacra, ma anche si esprime nell'abbondanza del cuore. L'apostolato alieno da ogni asprezza e singolarità e vanagloria, si esplica nel proprio ambiente familiare e sociale, con spontaneità ed esemplarità. Così nelle sue grandi linee la spiritualità a cui educa Antonino non solo la gentildonna fiorentina, ma anche gli uomini della nobiltà e del popolo per i quali anzi molto più si adoprò.

1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina

2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"

3) Cercate e cliccate la categoria "Scritti di santi domenicani":
http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=21

    * Vi ricordiamo che occorre essere registrati:
http://www.totustuus.cc/modules.php?name=Your_Account altrimenti la riga "Libri scaricabili gratis" e' invisibile.

    * Se non vi siete ancora mai registrati cliccate invece qui:
      http://www.totustuus.cc/modules.php?name=Your_Account&op=new_user 

in Gesù, per Maria
Totustuus.it

Il prossimo 16 luglio la Chiesa festeggia Nostra Signora del Monte Carmelo. Totustuus.it è lieta di offrire ai suoi visitatori - nel nono anniversario di quel 16-7-2001, quando iniziò ad operare - un importante volume inteso ad approfondire uno dei tratti caratteristici del Magistero di Papa Benedetto XVI:


La fede nel Terzo Millennio: come si è giunti a questa situazione?
Per una storia del secolarismo e delle sue cause


Presentazione con parole di S. S. Benedetto XVI: "Il mondo attuale è segnato dal processo di secolarizzazione che, attraverso complesse vicende culturali e sociali, ha non soltanto rivendicato una giusta autonomia della scienza e dell’organizzazione sociale, ma spesso ha anche obliterato il legame delle realtà temporali con il loro Creatore, giungendo anche a trascurare la salvaguardia della dignità trascendente dell'uomo ed il rispetto della sua stessa vita" (Benedetto XVI, 19-12-2005).
"Vi sono regioni del mondo che ancora attendono una prima evangelizzazione; altre che l’hanno ricevuta, ma necessitano di un lavoro più approfondito; altre ancora in cui il Vangelo ha messo da lungo tempo radici, dando luogo ad una vera tradizione cristiana, ma dove negli ultimi secoli – con dinamiche complesse – il processo di secolarizzazione ha prodotto una grave crisi del senso della fede cristiana e dell’appartenenza alla Chiesa" (Benedetto XVI, 29-6-2010).


1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina

2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"

3) Cercate e cliccate la categoria "Storia": http://www.totustuus.cc/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=4.



in Gesù, per Maria
Totustuus.it

Argomento: Pubblicazioni
Il 2 luglio in molti Santuari d'Italia è festeggiata la Beata Vergine delle Grazie. Per onorare Maria, totustuus.it è lieta di offrire agli utenti registrati un volume del Beato Dom Columba Marmion O.S.B.

Cristo nei suoi misteri

Presentazione: La vita di Cristo, infatti, modello divino e accessibile insieme di ogni vita cristiana, si è manifestata a noi attraverso gli stati e i misteri, le virtù egli atti della sua santa umanità. Umana nelle sue espressioni esteriori, la vita del Verbo incarnato è divina per l'origine sua. E cosi i misteri dell'Uomo-Dio non costituiscono soltanto dei modelli che dobbiamo meditare: ma racchiudono anche in se medesimi tesori di merito e di grazia. Con la sua infinita virtù, Gesù Cristo, vivente ognora, determina la perfezione interiore e soprannaturale in tutte quelle anime che, prese dal sincero desiderio di imitarlo, si mettono, con fede ed amore, a contatto con Lui. Alla luce di queste verità l'autore ha esposto i principali misteri di Gesù.

1) Cercate "Formazione" nella barra di navigazione in alto alla pagina
2) Cliccate su "Libri scaricabili gratis"
3) Cercate e cliccate la categoria "
Scritti di Santi": http://www.totustuus.it/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=6

Vi ricordiamo che occorre essere registrati:
http://www.totustuus.it/modules.php?name=Your_Account
altrimenti la riga "Libri scaricabili gratis" e' invisibile.

Se non vi siete ancora mai registrati cliccate invece qui:
http://www.totustuus.it/modules.php?name=Your_Account&op=new_user

in Gesù, per Maria
Totustuus.it

RU486: TUTTE LE RAGIONI PER DIRE NO.

SENZA PERICOLOSE CONFUSIONI
Verità e Vita dice no alla introduzione in Italia della pillola abortiva RU486. Condividiamo  le critiche che in queste ore anche altre associazioni pro life e pro-family hanno espresso all’introduzione di questo prodotto abortivo nel novero dei farmaci riconosciuti dall’Aifa.
Tuttavia, sentiamo il bisogno di fare chiarezza sulle ragioni che ci impongono di opporci alla RU486. E lo facciamo prendendo le mosse da un coraggioso editoriale di Giuliano Ferrara, apparso sul Foglio di giovedì 30 luglio. Il titolo è eloquente: “RU486, il pesticida umano”, e riprende la definizione che Jérôme Lejeune a suo tempo diede di questa pillola che uccide.
Se diciamo no alla RU486 è innanzitutto e primariamente per questa elementare ragione: questa pastiglia ha lo scopo dichiarato di sopprimere la vita di un essere umano innocente prima della nascita. E’ questa tremenda verità, questa cruenta faccia della medaglia, a qualificare in sintesi la natura della RU486. Fa bene Ferrara a scriverlo, facciamo bene tutti noi a ripeterlo. Ma questa affermazione obbliga, per coerenza logica, a trarre tre conseguenze inconfutabili:
Argomento: Vita
Il calendario delle celebrazione del Papa nella settimana santa
Argomento: Papa
Parlando in Africa, S. S. Benedetto XVI ha detto: “non si può superare questo problema dell’Aids solo con slogan pubblicitari... non si può risolvere il flagello con la distribuzione di preservativi: al contrario, il rischio è di aumentare il problema”. E questa volta tutta l’Europa si è scatenata contro il Papa e, purtroppo, anche un vescovo: http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=111151: vi invitiamo di nuovo a pregare e offrire fioretti alla Vergine perché la Chiesa torni all’obbedienza al Papa.
Trovate due brevi articoli che danno ragione al Papa qui: http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=article&sid=194 e qui : http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=article&sid=1609  
Vi invitiamo a manifestare il vostro sostegno al Santo padre aderendo al gruppo http://www.facebook.com/pages/Ratzingerit-Amici-di-Joseph-Ratzinger/50194533734  dove già sono state lasciate oltre 100testimonianze e sul quale vengono indirizzati ca. 300 massmedia.
Argomento: Papa
"PERCHE' CREDO"
LE RAGIONI DELLA FEDE

Presentazione del libro:

PERCHE' CREDO

Intervengono gli autori

Vittorio Messori
Andrea Tornielli

Introduce
Gianpaolo Barra

SABATO 22 NOVEMBRE 2008
ore 15.30
salone parrocchia S. Giovanni Evangelista
Via Pavoni, 10 - Milano
MM3 - Maciachini
"CREDO": INVITO A UN INCONTRO
     
Argomento: Fede e ragione
Regalo per la Festa dell'Assunta

Cari amici,
il 15 agosto la Chiesa festeggia l'Assunzione in corpo e anmima della Beata Vergine Maria e Totus Tuus Network è lieta di offrivi in dono un libro del prof. Luigi Gedda:

Spiritualità Getsemanica
Copertina del volume del Prof. Luigi GeddaPresentazione:  Luigi Gedda (1902-2000) spese tutta la propria vita per l’Italia e per il Papa. Tuttavia, oggi si ricorda soltanto che fu grazie sue naturali doti organizzative che venne sconfitto il blocco socialista nelle elezioni del 1948. Infatti, nell’udienza del 10-1-1948, Papa Pio XII affermò che le previste elezioni erano "una lotta decisiva e che perciò è il momento di impegnare tutte le nostre forze", ribadendo la propria scontentezza "per gli errori commessi dai democristiani, per le beghe interne al partito, per la leggerezza con la quale essi affrontano i problemi". Certo, questa vittoria è il suo principale merito davanti all’Italia, ma agli occhi di Maria Santissima contano forse di più la fortezza interiore con cui sopportò la successiva, ininterrotta, opera di denigrazione e diffamazione di cui fu oggetto fino al suo ultimo giorno di vita.
Questa fortezza era il frutto di una profonda vita interiore incentrata sulla Passione. Il volumetto che, grazie ai figli spirituali del prof. Gedda confluiti negli “Operai di Cristo”, oggi distribuiamo gratuitamente è uno dei molti – il più breve – che possono introdurre ad una spiritualità orientata all’azione per una nuova affermazione del cattolicesimo nel nostro martoriato Paese.
Nota: E’ possibile scaricare gratuitamente anche l’opera “Getsemani” dal sito www.societaoperaia.org e vi è una recensione delle “Memorie inedite dell’artefice della sconfitta del Fronte Popolare” a questo indirizzo: http://www.totustuus.biz/users/altrastoria/c281_a03.htm
 


in Gesù, per Maria
Totustuus.net
Argomento: Pubblicazioni
Cari amici di FattiSentire.net,
Vi invio per conoscenza e per darne diffusione, se ritenuto opportuno, una copia della lettera che ho appena spedito alla Direzione della Unicredit.
La notizia trova conferma nei seguenti siti d'informazione:
http://www.affaritaliani.it/economia/unicredit-sexyshop220708.html - http://www.ticinonews.ch/articolo.aspx?id=86537&rubrica=22 - http://news.kataweb.it/item/471016/unicredit-si-butta-sui-sexy-shop .
Ho scritto (un po' alla cieca, perché non è facile orientarsi nei meandri del sito Unicreditgroup) questa email contemporaneamente a:
azionisti@unicreditgroup.eu - csr@unicreditgroup.eu - communication@unicreditgroup.eu - investorrelations@unicreditgroup.eu . Per conoscenza ho scritto a Famiglia Cristiana, Avvenire, Tempi e Il Timone.
Per parte mia potete procedere con la distribuzione del testo.
Un caro saluto,
Franco Serafini

(cliccando su "Leggi tutto" la lettera da me inviata)
Argomento: Notizie
Regalo per la Festa della B. V. del Monte Carmelo

Cari amici,
il 16 luglio la Chiesa festeggia la Beata Vergine del Monte Carmelo e Totus Tuus Network festeggia il suo ottavo anno di attività. Siamo pertanti lieti di offrivi in dono un importante libro scaricabile gratuitamente:

Il Catechismo di San Tommaso d'Aquino
Cari amici,
nei giorni scorsi insieme all’amico Marco Calzolari ho consegnato al Vescovo ausiliare della Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla Mons. Lorenzo Ghizzoni le oltre 330 firme raccolte nei mesi scorsi, volte a richiedere la concessione di una Chiesa nel Centro storico della città, per la celebrazione della Santa Messa nella giornata di Domenica e nelle altre feste di precetto anche secondo la forma liturgica del Vetus Ordo.
Argomento: Chiesa

Lasciare il potere intellettuale al gramscismo?


Sandro Bondi dichiara a Tempi di non avere alcuna intenzione di far guerra alla egemonia culturale della sinistra.

Chiede Amicone, direttore di Tempi: Lei ha già ha speso parole generose per Nanni Moretti e Umberto Eco, per esempio. Oltre all’ecumenismo proverà a promuovere voci, personalità, espressioni culturali radicalmente diverse rispetto all’egemonia di matrice gramsciana che imperversano in questo paese praticamente dall’immediato secondo dopoguerra?

 

Il Ministro rispondesarebbe assurdo pensare di proporre una nuova egemonia di segno diverso ma sempre finalizzata al potere
Argomento: Fede e ragione
"Messa in latino, c'è chi non si adegua" è senz’altro l’aforisma di questa settimana. A lanciare l'allarme è stato Monsignor Ranjit, segretario della Congregazione per il culto divino e i sacramenti, che denuncia: "Ci sono diocesi e nazioni, e perfino ecclesiastici, che vengono meno alle indicazioni del Pontefice"; è una "Crisi di obbedienza verso il Santo Padre" (l’intervista completa è stata rilasciata all’agenzia di Propaganda Fide: http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=14580&lan=ita).
Ne ha parlato persino l’"organo ufficiale del laicismo italiano":
 (
http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/esteri/benedettoxvi-17/messa-latino/messa-latino.html) !.

E’, pertanto, molto importante che il laicato faccia sentire ai propri pastori la propria fedeltà a Benedetto XVI; la forma più filiale ed efficace – lo abbiamo già detto tante volte – è la raccolta di firme "pro Motu proprio" e il loro successivo invio alla Commissione Ecclesia Dei (
http://www.totustuus.biz/showthread.php?t=118 ).

Suggeriamo anche di pregare Maria, Sedes sapientiae, per tutti quei bravi laici cattolici che non hanno capito la posta in gioco e hanno lasciato solo il Santo Padre.

  • Questo fine settimana vi offriamo altri due sussidi della serie "A Messa come dicono i santi", utili per una partecipazione autentica ed attiva al Sacrificio Eucaristico. Li trovate qui: http://www.totustuus.biz/showthread.php?p=2685#post2685 .
    Si tratta di due estratti da opere di sant’Alfonso M. de’ Liguori e di san Giovanni Bosco.
  • Infine, segnaliamo che mancano solo 2 settimana alla chiusura della "raccolta di firme" per l’applicazione del Motu proprio nella diocesi di Milano: http://www.totustuus.biz/showthread.php?t=115 . E’ il momento di inviare a roberto @ totustuus.net le firme che avete raccolto.
In Gesù, per Maria
Totus tuus network

Argomento: Chiesa

Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.162.114.84



Verifica umana
Quanto fa cinque meno due?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder