Totus tuus network: Islam

Cerca in questo argomento:   
[ Vai in Home | Seleziona un nuovo argomento ]

Avvenire 22 novembre 2011     

LA FEDE NEGATA

Il Pakistan vuole vietare Gesù negli sms

In Pakistan scrivere il nome di Gesù Cristo in un messaggino telefonico sarà vietato, almeno se passerà una norma che andrebbe a colpire ancora una volta le minoranze, ma che preoccupa tutti.

Argomento: Islam

Il Giornale 5-11-11

Violenza e terrorismo nascono nelle moschee

di Magdi Cristiano Allam

Il 99 per cento delle notizie che riguarda attentati terroristici e azioni violente si verificano nelle moschee in tutti i paesi del mondo

Argomento: Islam

Massacri in Nigeria. L'arcivescovo di Jos: giovani strumentalizzati per creare divisione

2011-11-07 Radio Vaticana

In Nigeria sono almeno 150 le vittime degli attacchi lanciati in questi giorni nella parte nord-orientale del Paese, anche contro diverse chiese cristiane. Ieri, all’Angelus, Benedetto XVI ha espresso dolore per questi tragici episodi ed ha lanciato un accorato appello esortando tutti a “porre fine ad ogni violenza”. Un appello che l’arcivescovo di Jos, mons. Ignatius Ayau Kaigama, auspica possa spronare il governo ad agire in fretta. Gli attacchi sono stati rivendicati da un gruppo fondamentalista islamico, denominato “Boko Haram”, la cui traduzione letterale è “l’educazione occidentale è peccato”. Su questa formazione integralista che, secondo diversi osservatori ha contatti anche con Al Qaeda nel Maghreb, si sofferma, al microfono di Emer McCarthy, l’arcivescovo di Jos:

Argomento: Islam

Avvenire 26-10-2011

PAKISTAN
«Violentate e costrette a convertirsi»
 
Sidra, Tina, Samina, Shazia... La lista è spaventosamente lunga. Ogni anno si aggiungono 700 nuove caselle in cui si susseguono i nomi, i luoghi, le date. Episodi diversi, intrecciati dallo stesso orrore.

 

Argomento: Islam

AsiaNews 10/10/2011 08:21
EGITTO - ISLAM

Cairo, violenze contro i copti: 24 morti e 212 feriti

Una manifestazione pacifica è stata attaccata da malviventi e dall’esercito. Una camionetta ha perfino investito e schiacciato alcuni dimostranti. Cristiani e musulmani moderati accusano l’esercito di assecondare i fondamentalisti. Nella notte è stato imposto il coprifuoco. Le violenze anticristiane sono una “pubblicità” per gli estremisti che si preparano alle elezioni presidenziali del 28 novembre.

Argomento: Islam

il Foglio 29 settembre 2011

Dal Corano al Vangelo
Ventiquattr’ore di tempo per salvare dal cappio dell’Iran il prete apostata


Dice al Foglio la ong che difende Nadarkhani: “Ogni giorno può essere messo a morte dagli ayatollah”

“Ventiquattr’ore per salvare la vita di Yosef Nadarkhani”, recita un banner sul sito di Christian Solidarity Worldwide, la ong inglese che difende il pastore cristiano condannato a morte in Iran. Il Washington Post scrive che “c’è ancora tempo per salvargli la vita”, ma anche che l’esecuzione potrebbe scattare nella mattinata di oggi. Il “prete apostata” è in carcere dall’ottobre 2009, inizialmente accusato di aver protestato contro l’obbligo per tutti gli alunni di leggere il Corano, poi sotto processo per “apostasia” e per aver cercato di “evangelizzare i musulmani”. La condanna a morte è del settembre 2010 e lo scorso luglio la corte ha confermato la sentenza. Altre ong dubitano che l’Iran voglia imbastire un simile spettacolo d’odio. Ma al Foglio spiegano gli attivisti di Christian Solidarity Worldwide: “Ieri Nadarkhani era di nuovo in tribunale e si è rifiutato ancora di convertirsi all’islam. Aspettiamo la decisione”.

Argomento: Islam

Avvenire 15 giugno 2011
INEDITO
Io, Asia Bibi, muoio: ascoltate la mia voce! 

In carcere i giorni e le notti sono uguali. Non so più dire che cosa provo. Paura, questo è sicuro... ma non mi opprime più come all’inizio. I primi giorni arrivava a farmi battere un tamburo in petto. Ora si è un po’ calmata. Non è più un soprassalto continuo. Le lacrime no, non mi hanno mai lasciata. Scendono a intervalli regolari. I singhiozzi, invece, sono cessati. Le lacrime sono le mie compagne di cella. Mi dicono che non mi sono ancora arresa, mi dicono che sono vittima di un’ingiustizia, mi dicono che sono innocente.

Argomento: Islam
da Civiltà Cattolica

L’ASSASSINIO DI SHAHBAZ BHATTI

di Luciano Larivera S.I.



[...] C'è uno stato, il Pakistan, il cui arsenale atomico continua a crescere. Ma la cui stabilità politica è minacciata ogni giorno, e in modo sistematico, da violenza e odio etnico e religioso. Il suo tragico esempio è l’avvertimento, per altri paesi islamici, di come il virus dell’intolleranza religiosa possa andare fuori controllo e condurre progressivamente una democrazia al collasso. [...] Per questo non si può dimenticare un eroico e generoso politico pakistano, Shahbaz Bhatti. Un cristiano mite e serio.
Argomento: Islam
AsiaNews 28/03/2011 11:34
LIBIA - VATICANO

Gheddafi dittatore controverso

di Piero Gheddo

Pochi sanno che Gheddafi ha lavorato per aprire scuole e università alle donne, garantito la libertà per loro di uscire di casa non accompagnate, sviluppando l’economia del Paese. A Giovanni Paolo II ha chiesto suore infermiere per gli ospedali libici. L’appello di Benedetto XVI e del vescovo Martinelli al dialogo. Il rischio che con la fine di Gheddafi cresca l’integralismo islamico.
Argomento: Islam
AsiaNews 30/03/2011 09:52
PAKISTAN

Shahbaz Batthi ucciso da una “mafia” di fondamentalisti che tengono in ostaggio il governo

di Fareed Khan

Il ministro delle minoranze, Salman Taseer e altri vittime di “movimenti organizzati” che lottano per il potere. Le violenze hanno generato paure tali da far cadere ogni discussione in merito alla legge sulla blasfemia. Ma i cristiani devono coltivare la speranza e, con l’aiuto della Chiesa universale, costruire un futuro migliore.
Argomento: Islam
Il Foglio 29 marzo 2011

Il patriarca di Cipro rilancia Ratisbona: “Se B-XVI potesse alzerebbe la voce”

Sua beatitudine Chrysostomos II, primate della chiesa ortodossa di Cipro (fondata dall’apostolo Barnaba, è la più antica comunità cristiana dopo Gerusalemme) è appena uscito col suo lungo abito nero quaresimale dall’appartamento del Papa. Dice: “Il motivo della visita è soltanto uno, chiedere ancora una volta aiuto. Al Papa e tramite il Papa alla comunità europea affinché faccia qualcosa per i cristiani costretti come noi, e come tutti in medio oriente, a vivere sotto lo scacco di regimi militari che dietro una parvenza di democrazia intendono esclusivamente islamizzare ogni cosa”.
Argomento: Islam
Avvenire 6 marzo 2011
Cristiani perseguitati

Il testamento spirituale di Shahbaz Bhatti


«Il mio nome è Shahbaz Bhatti. Sono nato in una famiglia cattolica. Mio padre, insegnante in pensione, e mia madre, casalinga, mi hanno educato secondo i valori cristiani e gli insegnamenti della Bibbia, che hanno influenzato la mia infanzia.

Fin da bambino ero solito andare in chiesa e trovare profonda ispirazione negli insegnamenti, nel sacrificio, e nella crocifissione di Gesù. Fu l’amore di Gesù che mi indusse ad offrire i miei servizi alla Chiesa. Le spaventose condizioni in cui versavano i cristiani del Pakistan mi sconvolsero. Ricordo un venerdì di Pasqua quando avevo solo tredici anni: ascoltai un sermone sul sacrificio di Gesù per la nostra redenzione e per la salvezza del mondo. E pensai di corrispondere a quel suo amore donando amore ai nostri fratelli e sorelle, ponendomi al servizio dei cristiani, specialmente dei poveri, dei bisognosi e dei perseguitati che vivono in questo paese islamico.


Mi sono state proposte alte cariche al governo e mi è stato chiesto di abbandonare la mia battaglia, ma io ho sempre rifiutato, persino a rischio della mia stessa vita. La mia risposta è sempre stata la stessa: "No, io voglio servire Gesù da uomo comune"».


Shahbaz Bhatti
Argomento: Islam
Avvenire 23 febbraio 2011
L'INTERVISTA

Martinelli: «In atto una crisi generazionale»


Il vescovo Giovanni Innocenzo Martinelli, francescano, è nato in Libia 69 anni fa. Dal 1985 è il vicario apostolico di Tripoli. Avvenire lo ha raggiunto al telefono nella tarda mattinata di ieri. «La situazione a Bengasi, – racconta – per quanto riguarda la chiesa, i luoghi di culto e le comunità religiose è ora tranquilla, non ci sono problemi particolari. Siamo assistiti dai libici amici. Abbiamo ripreso contatto con le due comunità di religiose negli ospedali di Beida dove hanno dovuto lavorare molto perché lì ci sono stati molti feriti».
Argomento: Islam
AsiaNews 16/02/2011 13:06
ASIA CENTRALE

Nell’Asia Centrale scuole, strade, ospedali e centrali energetiche stanno scomparendo


Un rapporto di International Crisis Group denuncia che la regione vive ancora delle infrastrutture sovietiche. Ma queste decadono e non sono sostituite. Senza radicali interventi, si rischia di andare verso un’epoca di povertà e disordini sociali.
Argomento: Islam
www.chiesa

Il "democratico" Egitto manda a morte gli apostati


Gli egiziani in rivolta chiedono più libertà, ma vogliono anche la pena capitale per chi si converte dall'islam a un'altra religione. Una grande inchiesta sul più popoloso paese musulmano del Nordafrica e del Medio Oriente

di Sandro Magister
Argomento: Islam
il Foglio - 3 febbraio 2011

Il cauto ottimismo della chiesa che in Egitto non vede la rivolta islamica

Profondo conoscitore della realtà egiziana, Micheal Louis Fitzgerald, nunzio apostolico in Egitto, interpellato dal Foglio mentre si trova nella residenza situata dall’altra parte del Nilo rispetto alla piazza Tahrir e ai palazzi delle istituzioni, a proposito dell’ascesa dei Fratelli musulmani che pare inevitabile visto il declino di Mubarak, dice: “Faccio mio l’appello di Antonios Naguib, capo della comunità cattolica d’Egitto, che ha chiesto per oggi (ieri per chi legge, ndr) la celebrazione di una messa per la pace. Naguib ha ringraziato le Forze armate e coloro che stanno cercando di proteggere edifici e persone. E’ all’anima sana della piazza che cerchiamo di guardare con fiducia”.
Argomento: Islam
AsiaNews ISLAM - EGITTO

Imam e intellettuali egiziani: Rinnovare l’Islam verso la modernità


di Samir Khalil Samir

Il programma – davvero rivoluzionario – vuole ripensare al valore della donna, alla mescolanza fra i sessi, al rapporto alla pari coi cristiani. E desidera pure ripulire le interpretazioni sui detti di Maometto e sui miti del salafismo fondamentalista, rifiutando le influenze che provengono dall’Arabia saudita.
Argomento: Islam
AsiaNews 03/01/2011 13:29
ISLAM -VATICANO - EGITTO

Europa e Islam dopo l’attentato contro i copti di Alessandria d’Egitto

di Samir Khalil Samir

Assurde le accuse contro la comunità copta che terrebbe prigioniere due donne convertite all’islam. La psicosi delle conversioni in un Paese che proibisce di cambiare religione. Gli attacchi islamici contro Shenouda III; le critiche dell’imam di Al-Azhar contro Benedetto XVI. L’Europa deve aprire canali di dialogo culturale con i Paesi islamici, rifiutando laicismo e fondamentalismo. Proprio come dice il papa.
Argomento: Islam
Avvenire 15 dicembre 2010

L’islam secondo Tommaso

di Jean-Louis Bruguès

Nella maggior parte delle società dell’Europa occidentale diventa sempre più visibile e più forte la presenza di popolazioni islamiche. In Francia, Olanda e Germania la religione islamica è ormai diventata la seconda religione dopo il cristianesimo. Questa potenza accresciuta dell’islam sta provocando cambiamenti profondi nella percezione del fenomeno religioso da parte di un’opinione pubblica fortemente secolarizzata.
Argomento: Islam
il Foglio 30-11-2010

NOSTRA SIGNORA DEL MASSACRO

di Marco Pedersini


Raghada al-Wafi cammina spedita per le vie del quartiere Karrada, sulla sponda del Tigri che guarda il cuore corazzato di Baghdad, la Green Zone. La accompagna suo marito, è contenta, sorride. È domenica 31 ottobre e hanno una bella notizia da portare a padre Thair Abdallah, il giovane prete che li ha uniti in matrimonio: Raghada aspetta un bambino. Vanno verso Nostra Signora del Perpetuo Soccorso, la grande chiesa siro-cattolica del quartiere, sul cui ingresso veglia una grande croce.
Argomento: Islam
Avvenire 18 novembre 2010

L'APPELLO

Il Papa: Asia Bibi sia liberata


Accorato appello di Benedetto XVI per la liberazione di Asia Bibi, la donna cristiana pachistana condannata a morte in nome della legge sulla blasfemia. «Oggi esprimo la mia vicinanza spirituale alla signora Asia Bibi e ai suoi familiari, mentre chiedo che, al più presto, le sia restituita la piena libertà».
Argomento: Islam
CorSera - 10-11-2010
Probabile la responsabilità di Al Qaeda

Bagdad: nuovi attentati contro la comunità cristiana, 6 morti e 33 feriti

Attaccate sette abitazioni e una chiesa, che è rimasta danneggiata
Argomento: Islam
AsiaNews 16/10/2010 12:12
VATICANO - TURCHIA

Mons. Franceschini: Ultranazionalisti e fanatici religiosi gli assassini di mons. Padovese


Il successore del vescovo dell’Anatolia vuole che vengano cancellate le “insopportabili calunnie fatte circolare dagli stessi organizzatori del delitto”, sulla presunta omosessualità del martire ucciso. Una richiesta urgente di pastori, personale missionario e aiuti economici per la Chiesa di Turchia.
Argomento: Islam
13-9-2010 - AsiaNews

Proposta “brucia il Corano”: incendiate una chiesa e una scuola cristiana nel Punjab

di Nirmala Carvalho

Continuano in India le proteste per l’offesa al Corano. In zone a maggioranza islamica, una folla furente assalta e brucia una chiesa e una scuola. La condanna da parte di cristiani. Almeno 11 morti in proteste politiche tra manifestanti e polizia, imposto il coprifuoco.
Argomento: Islam
QUELLO CHE LE DEMOCRAZIE OCCIDENTALI NON HANNO CAPITO IN COREA, VIETNAM, AFGHANISTAN, IRAQ:
se si va in guerra, si va per vincere, altrimenti, meglio stare a casa

di Rino Cammilleri

L’altra sera, vedendo al tg il solito servizio sulla situazione in Afghanistan (i talebani in forte ripresa; anzi, mai così forti), pensavo: è dal tempo della guerra di Corea che i media partecipano ai conflitti in cui sono implicate forze occidentali.

Queste ultime, rette da governi democratici, abbisognano del consenso popolare in patria, dal quale consenso dipendono i finanziamenti (le guerre costano, tanto).

 

 

Il risultato: la Corea del Nord è una minaccia nucleare per il mondo (senza contare i milioni di morti, anche per fame, nel Paese-Gulag); il Vietnam è tutto comunista (ricordate i boat-people? e il genocidio nella vicina Cambogia?), mentre i Paesi limitrofi languono sotto i regimi che sappiamo.


Bastò un’auto-bomba per far scappare gli americani dal Libano, e due cadaveri di marines trascinati da un camion per farli scappare dalla Somalia.


E’ dalla guerra di Corea, infatti, che gli occidentali sono costretti a combattere con una mano legata (regole d’ingaggio, rispetto per i civili, limitazione allo spasimo dei caduti...) contro un nemico che, invece, ne approfitta, un nemico per il quale i diritti umani sono solo una debolezza occidentale. E, infatti, è dalla guerra di Corea che gli occidentali perdono un conflitto dietro l’altro (pur essendo in grado di letteralmente asfaltare Corea, Vietnam, Afghanistan eccetera).
Argomento: Islam
AsiaNews 8-2-2010

Una legge contro il burqa per rinnovare l’islam in Europa
Samir Khalil Samir

Vestire il velo islamico integrale non è un precetto religioso, ma solo un elemento di cultura dell’Arabia saudita. Esso è anche il simbolo di un “assalto” dell’islam integralista contro il mondo europeo, che genera disprezzo verso un islam retrogrado. Occorre una legge contro il velo nei luoghi pubblici. Ma soprattutto è urgente un dialogo a tutto campo fra oriente e occidente per modernizzare l’islam e integrarlo nella cultura europea, offrendogli di contribuire alla civilizzazione mondiale.
Argomento: Islam
Donna, parità e islam: ripensare la fede per rispondere alle attese dell’uomo moderno

di Samir Khalil Samir, SJ

E’ la via per superare il contrasto tra versetti del Corano e detti della Sunna (tradizione) del profeta dell’Islam che talvolta non vanno nello stesso senso. Alcuni elogiano la donna o ne parlano in modo neutrale, altri dicono che sono le tentatrici e che l’inferno è popolato di donne. Inoltre, alcuni versetti parlano di uguaglianza tra uomo e donna, altri di disuguaglianza. Che oggi è giuridica, non culturale.
Argomento: Islam

AFRICA/NIGERIA - “Denunciamo tutti i colpevoli di questa cospirazione vergognosa” affermano i Vescovi della Provincia Ecclesiastica di Ibadan

Argomento: Islam

AsiaNews 01/12/2009 09:30
VATICANO - MEDIO ORIENTE

P. Samir: Islam nella paralisi e nella guerra; occidente senza memoria
di Samir Khalil Samir

La situazione del Medio oriente è stagnante: una crisi dell’Islam trascina tutto in una paralisi mortale. La crisi tocca anche l’occidente, dimentico delle sue radici cristiane. Eppure islam e occidente hanno bisogno l’uno dell’altro. Uno studio del nostro esperto sull’islam, in preparazione al Sinodo delle Chiese del Medio oriente.

Argomento: Islam
AsiaNews PAKISTAN – ITALIA

Europa e Occidente aiutino il Pakistan ad abrogare la legge sulla blasfemia


di Dario Salvi

In una conferenza stampa promossa da AsiaNews, attivisti cattolici pakistani lanciano una campagna di sensibilizzazione internazionale. L’obiettivo è cancellare la norma che ha fomentato violenze e discriminazioni verso le minoranze religiose. Il desiderio di cambiamento della società civile pakistana, che contrasta con le vuote promesse del governo e l’ideologia degli estremisti.
Argomento: Islam

Motore di ricerca

Chi è online

Il Tuo IP: 54.198.223.170



Verifica umana
Quanto fa uno più quattro?
:

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder